Ricercate la offerta vacanzeAlberghiAlloggio privatoAppartamentiCamereCaseRistorantiCaffe_bar
L'Istria BluValle(Bale)BanjoleFasana, FazanaAlbona, LabinLisignano, LiznjanMarcanaMedulino, Medulin
L'Istria VerdeBarbanaVerteneglio (Brtonigla)Buie/BujePinquente/BuzetCerretoGallignanaGrisignana

San Lorenzo - Istria

  • Segna questa pagina
  • Questa funzione consente di segnare i siti che ti piacciono per dopo confrontarli, inviare gruppi di richieste e simile. I siti segnati appaiono nella colonna in alto a destra, sotto "Segnalibri (Bookmarks)" e non sono memorizzati nei preferiti del vostro browser!

San Lorenzo di Daila

Gabbiani che girano pigramente lungo la sua costa, il porticciolo con vecchie barche in legno riparate da mani instancabili, San Lorenzo con le sue acque poco profonde, una ricca varietà di pesci e circondato da oliveti e vigneti, richiama alla mente la sensazione di pace del Mediterraneo a lungo dimenticata.

Prende il nome dal suo patrono, San Lorenzo. Si trova vicino a Umago, tra il Capo Malin, dove una volta c’era il mulino a vento, e Capo Saltarello del quale il nome deriva dalle reti da pesca chiamate “saltarelli”. Il legame con il mare è una storia che va dalle origini fino ai giorni nostri. Una volta il mare era vita, si mangiavano i suoi frutti, si viaggiava ed ancora oggi il mare vive ed è profondamente legato alle vite degli abitanti di questa piccola località. Oggi la costa attrae moderni viaggiatori che scelgono alloggio privato in una struttura di accoglienza o in uno qualsiasi dei bellissimi campeggi nei dintorni di San Lorenzo.

Tutta la storia interessante oggi racconta di momenti passati, ville romane in rovina, la baia di San Giovanni con l’antico porticciolo e i resti di una cittadella medievale, innumerevoli scritti antichi, custodi della fede come la chiesa di San Lorenzo, che conserva il più antico organo in Istria del 1733 e la chiesa barocca di San Giovanni del 12° secolo situata sulla penisola di Finida nota per insediamento preistorico e numerose cappelle alle quali è stato nuovamente restituito il loro antico splendore.

Storia

Il territorio di San Lorenzo era già abitato in epoca romana come testimoniano i resti di una villa patrizia con bellissimi frammenti di mosaici, iscrizioni, tombe e un’antica cisterna. Il re franco Conrad nel 1028 consegò San Lorenzo al patriarca d'Aquileia e il Patriarca di Aquileia nel 1037 restituì il feudo di San Lorenzo al imperatore con il desiderio che lo stesso venga consegnato alla povera diocesi di Cittanova. Con il trattato di pace di Treviso nel 1291 San Lorenzo cadde sotto il governo veneziano, che riconobbe i diritti di Venezia sui territori conquistati in Istria. Da allora, San Lorenzo fu la proprietà del vescovo di Cittanova, che ne ebbe piena giurisdizione fino al 1519, quando l'autorità civile passò ai podestà di Umago.

Secondo alcune testimonianze nel 15° secolo a San Loreno esisteva una torre, che veniva utilizzata dal vescovo di Cittanova durante udienze della chiesa e quelle civili e fungeva anche da faro. La chiesa di San Lorenzo assieme al cimitero venne menzionata nella visita apostolica del 1580 mentre il periodo esatto della sua costruzione non è noto. La chiesa fu ampliata nel 1879 e nel 1894. L'idea di costruire la torre di San Lorenzo fu del monsignore Dobrila. La torre tranne che per scopi religiosi doveva facilitare l'orientamento delle navi che navigavano in questo territorio. La costruzione del campanile cominciò nel 1883 e fu completata nel 1893. Nel corso della storia, così come molte altre città istriane, San Lorenzo fu devastata dalla peste e dalla malaria, la quale è stata poi sradicata con successo solo nel ventesimo secolo per far si che oggi San Lorenzo brilli di nuovo nel suo pieno splendore.

Raccomandiamo

San Lorenzo - Chiesa di San Lorenzo, all’interno della quale si trova un prezioso organo, opera di Gaetano Amigiazzi, con impressionanti statue di santi e un bellissimo battistero del 1712, il campanile alto 25 metri è diviso dalla chiesa e fu costruito nel 1893

Penisola di Punta Finida - Chiesa di San Giovanni del 12° secolo, è stata rinnovata nel 1882 Penisola di Punta Finida - resti di insediamenti preistorici Baia di San Giovanni - un antico sito con i resti del molo e alcuni ritrovamenti di sepolture e parte della torre del castello medievale distrutto alla fine del 11° secolo

Babici - cappella della Madre di Dio del 1934

Ciclismo - costa gentile, oliveti secolari e ricchi vigneti sono il paesaggio ideale per gli amanti dello sport che qui vi troveranno percorsi ideali per girare in bici

Jogging – la costa di San Lorenzo e la zona circostante offrono eccellenti piste da jogging

Pesca – il ricco mare offre molte specie di pesci e la pesca è lo sport ideale sia per i pescatori che per i principianti che possono così godersi un'esperienza unica

Eventi

Festa popolare, San Giovanni, Babici - San Lorenzo, Umago – celebrazione del santo patrono e offerta gastronomica: esibizione dell’orchestra a fiato, gruppi vocali, cori e bande, si svolge verso la fine del mese di giugno

Festival dei bobici, Babici – festa tradizionale dedicata al mais dolce con una vasta offerta gastronomica per l’occasione; competizione nella preparazione della più deliziosa minestra con i bobici, giochi divertenti, orchestra a fiato, coro, gruppi corali e bande, si svolge verso la fine del mese di luglio

Festa popolare di San Lorenzo, San Lorenzo - che festeggia il santo patrono con offerta gastronomica per l’occasione: esibizione dell’orchestra a fiato, gruppo vocale, coro, associazione Gaia, l’11esimo concerto di musica classica nella chiesa, competizione di pesca, torneo di carte, pallavolo e calcio, vogalonga, sciavoga, giochi acquatici, presentazione del bue istriano Boškarin. Si svolge il 10 agosto

Le ricerche


    Preferiti
    Annunci sponsorizzati